IECC IITT

Il percorso formativo della Scuola di Ingegneria di Pisa nel settore civile si completa e trova coronamento in due lauree magistrali, che assicurano due distinti indirizzi alle competenze di base acquisite nel corso di laurea triennale: una Laurea Magistrale in Ingegneria Edile e delle Costruzioni Civili, incentrata sulla progettazione, la costruzione e la gestione di costruzioni (edifici, ponti, strutture speciali), ed una Laurea Magistrale in Ingegneria Idraulica, dei Trasporti e del Territorio, orientata sull’assetto del territorio e delle sue infrastrutture, nell’idraulica (acquedotti, fognature, canalizzazioni), nei trasporti (strade, ferrovie, porti e aeroporti), nella geotecnica (gallerie, opere in terra).

Il laureato in entrambi i corsi di laurea dovrà essere capace di ideare, pianificare, progettare, realizzare e gestire sistemi, organismi (edifici, opere infrastrutturali ecc.), processi e servizi nell’ambito delle costruzioni edili e civili, degli insediamenti e delle infrastrutture territoriali. Il percorso formativo, proiettato verso l’esercizio della professione nell’ambito europeo, mira alla maturazione di una mentalità propositiva e organizzativa aperta e versatile, fondamentalmente operativa e razionale, alla quale la solidità della preparazione di base garantisce ampie potenzialità di aggiornamento e conversione.

Più in particolare, le competenze acquisite nel corso di laurea possono essere così riepilogate:

  • conoscenza approfondita delle discipline di base necessarie per la modellazione dei fenomeni fisici attinenti le costruzioni civili (matematica, fisica ecc.) e capacità di utilizzare tale conoscenza per interpretare e descrivere problemi anche complessi o che richiedono un approccio interdisciplinare;
  • conoscenza degli aspetti teorico-scientifici generali dell’ingegneria con lo scopo di pervenire in modo interdisciplinare alla soluzione dei problemi per lo studio, la progettazione, la realizzazione e la gestione delle costruzioni civili;
  • conoscenza approfondita degli aspetti teorico-scientifici dei diversi settori dell’Ingegneria Civile, con riferimento agli aspetti progettuali e costruttivi in generale e, in particolare, a quelli strutturali, in stretta connessione con gli altri aspetti tecnici e tenendo conto di quelli di pianificazione e gestionali;
  • capacità di concepire, analizzare e dimensionare costruzioni civili gestendone gli aspetti tecnici, con particolare approfondimento degli organismi portanti (edifici, ponti, gallerie, opere a difesa del territorio ecc.), in cemento armato normale e precompresso, acciaio e materiali compositi, nel loro funzionamento spaziale complessivo e nei loro dettagli realizzativi, sempre con particolare attenzione ai moderni punti di vista sul problema della sicurezza strutturale;
  • capacità di intervenire sul patrimonio edilizio esistente con operazioni di diagnosi, controllo, adeguamento e ristrutturazione utilizzando tecnologie aggiornate o rinnovando le tecniche costruttive tradizionali;
  • capacità di utilizzare criticamente i moderni codici di calcolo strutturale automatico;
  • conoscenze nel campo dell’economia e della legislazione;
  • capacità di comunicare efficacemente in lingua inglese.

Settori occupazionali

I principali sbocchi occupazionali per i laureati in Ingegneria Edile e delle Costruzioni Civili ed in Ingegneria Idraulica, dei Trasporti e del Territorio sono nella progettazione, costruzione e gestione di edifici, complessi insediativi e infrastrutture; più in particolare, è possibile elencare in concreto le più frequenti tipologie di collocazione del laureato nel mondo del lavoro:

  • imprese di costruzione e di opere civili;
  • impianti ed infrastrutture civili;
  • studi professionali ed impianti di progettazione e di opere;
  • enti e uffici pubblici di progettazione, pianificazione, gestione, controllo, monitoraggio e manutenzione di sistemi urbani dell’ambiente e del territorio e della difesa del suolo;
  • aziende, enti consorziali ed agenzie di gestione, controllo e manutenzione di sistemi di opere e di servizi;
  • società di servizi per lo studio di fattibilità e di valutazione dell’impatto urbano e territoriale di impianti e infrastrutture.
  • organismi di ricerca, valutazione, progettazione, sfruttamento e gestione delle materie prime, delle risorse geotermiche e delle fonti energetiche, gestione ed assistenza alla progettazione di impianti per il trattamento dei rifiuti solidi e degli effluenti liquidi e gassosi urbani ed industriali e per la decontaminazione di suoli inquinati.

Facebook

Restricted Area

Note: access restricted to administrators

Download